Fastidiosi, sgradevoli, provocano pelle lucida e colorito spento… Al contrario di quanto si crede, i punti neri non sono un problema esclusivamente adolescenziale. Come prevenirli ed eliminarli? Segui i nostri consigli e i punti neri non saranno più la tua bestia nera.

 

Punti neri: che cosa sono?

I punti neri o “comedoni aperti” sono il risultato di un eccesso di sebo secreto dalle ghiandole sebacee nei pori. A contatto con l’aria, il sebo si ossida e diventa nero, proprio come succede alla frutta tagliata o sbucciata. È così che si sviluppa il punto nero. Di solito si trovano sulla “zona T” (fronte, naso e mento), i punti neri influiscono sullo splendore della pelle, facendola apparire meno luminosa e fresca. Allora, come eliminare i punti neri?

Quali sono i soggetti più colpiti?

I punti neri riguardano in modo particolare le pelli grasse o miste, poiché sono le più soggette ai pori dilatati e alla sovrapproduzione di sebo, soprattutto durante la pubertà. Tuttavia, non sono i soli tipi di pelle interessati e altri fattori ormonali (nel periodo della gravidanza o in menopausa, ad esempio) possono influire sui comedoni. Anche le pelli disidratate ne soffrono: come reazione “di difesa” contro la secchezza, la pelle disidratata produce sebo in quantità notevole per autoalimentarsi e compensare la mancanza d’acqua, provocando la comparsa dei punti neri.

Come prevenire ed evitare i punti neri?

Anche se alcuni tipi di pelle sono naturalmente predisposti alla comparsa dei punti neri, sono molti i fattori che contribuiscono alla loro formazione. La nostra pelle si difende dalle aggressioni producendo sebo, perciò bisogna bandire alcuni gesti e adottare alcune abitudini per eliminare i punti neri.

– Struccati e pulisci quotidianamente la pelle con uno struccante delicato o un’acqua micellare: evita i prodotti troppo abrasivi che stimolano la ghiandola sebacea e la rendono grassa. Saltare la pulizia della pelle significa lasciar proliferare i batteri accumulati durante il giorno e contribuire alla formazione dei punti neri.

– Una volta a settimana, rimuovi le cellule morte esfoliando la pelle dopo un bagno di vapore con uno scrub dolce, poi termina con una maschera al carbone.

– Per eliminare questi brutti punti neri, utilizza i prodotti adatti al tuo tipo di pelle: punta sui prodotti idratanti, opacizzanti e purificanti non comedogeni che restringono i pori.- Elimina l’alcol e i grassi che disidratano la pelle e contribuiscono alla formazione dei punti neri, sostituendoli con alimenti ricchi di zinco (cacao, uova, legumi secchi, derivati del latte…)

– Evita di esporti al sole a lungo: quando prendiamo il sole, lo strato superficiale della pelle si ispessisce e il sebo si accumula, accelerando la formazione dei punti neri quando la pelle torna normale.- La tentazione è forte, ma è meglio non spremere i punti neri, rischieresti di farli infettare e di farli diventare grossi brufoli!

Come eliminare i punti neri? Scopriamo insieme una serie di rimedi 100% naturali.

– Maschera all’uovo: l’uovo possiede efficaci proprietà astringenti utili per restringere i pori e purificare la pelle. Applica questa maschera una volta ogni due settimane. Applica con un pennello dell’albume d’uovo sulle zone da purificare. Poi posiziona un sottile strato di fazzoletti di carta sull’albume. Termina applicando un altro strato di bianco d’uovo sul fazzoletto e lascia in posa per 30 minuti circa, fino a quando il fazzoletto non diventa duro. Infine, rimuovi delicatamente il fazzoletto, sul quale dovrebbero essersi attaccati tutti quei brutti punti neri.

– Maschera al bicarbonato di sodio: generalmente usato per la sua efficacia sui brufoli, il bicarbonato è efficace anche sui punti neri. Da realizzare una volta al mese Mescola 2 cucchiaini di bicarbonato con acqua minerale, fino a ottenere una pasta. Poi applica il miscuglio sulle zone da trattare, lascia in posa per 5 minuti e sciacqua con acqua tiepida.

 

E tu che pelle hai? Fai il 1 minute skin test! ->