Colorito spento, rughette di disidratazione, pelle tesa, perdita di elasticità; la carenza di ossigenazione ha tantissime conseguenze sulla qualità della pelle… In 5 gesti, ritrova un viso perfetto!

 

La pelle è un organo come gli altri, che respira dall’interno – attraverso il sistema circolatorio – e dall’esterno, grazie ai pori. L’influenza di alcuni fattori esterni – l’inquinamento, essenzialmente – ha un impatto importante sull’ossigenazione dei tessuti. In superficie, la pelle soffoca. In profondità, gli scambi tra le cellule sono meno frequenti, le tossine si accumulano e la rigenerazione cellulare è rallentata.

 

# Struccarsi.

Inquinamento, sebo, make-up impediscono una corretta ossigenazione della pelle. Risultato: il colorito è spento. Per ritrovare la luminosità del viso, struccati attentamente con un prodotto adatto al tuo tipo di pelle: latte, olio o acqua micellare. Quando è pulita correttamente, la pelle respira!

 

# Gommare.

L’eliminazione delle cellule morte dallo strato corneo è importantissima per permettere alla pelle di ossigenarsi. Il gommage stimola ugualmente la microcircolazione cutanea, ottimizzando così la respirazione cellulare e il suo metabolismo, grazie al maggior apporto di ossigeno.

 

# Massaggiare.

Il massaggio del viso attiva la microcircolazione cutanea e dinamizza i movimenti di acqua. Con i polpastrelli, effettua dei piccoli cerchi sugli zigomi, seguiti da una leggera pressione che effettuerai risalendo verso le orecchie. Segui quindi le linee del naso con l’indice, tirando sui seni paranasali. Forma poi dei grandi cerchi andando dall’arcata delle sopracciglia fino alle tempie. Liscia la fronte con il palmo della mano, con dei movimenti ascendenti che partono dalla metà della fronte. Per terminare, picchietta tutto il viso con i polpastrelli. Risultato: il trasporto di ossigeno verso i tessuti sarà stimolato.

 

# Sudare.

Di fronte allo sforzo fisico, il corpo aumenta l’apporto di ossigeno, indispensabile ai muscoli, al cuore e al cervello. I vasi si dilatano per una migliore ossigenazione dei tessuti. Per permettere al sudore di fuoriuscire, i pori si dilatano. Allo stesso tempo, le tossine sono espulse e l’ossigenazione della pelle è più semplice.

 

# Cura all’ossigeno.

Dei nuovi trattamenti dermatologici permettono di apportare direttamente l’ossigeno alle cellule. Come? L’ossigeno, associato a un siero ricco di vitamine e acido ialuronico, è inviato ad alta pressione sotto la pelle. La pelle è immediatamente più soda e luminosa. Dopo un po’, il rinnovo cellulare è dinamizzato.

 

Leggi anche

Come struccarsi correttamente

Il gommage: tutti i segreti