Fino a qualche anno fa il castano era considerato un colore di capelli decisamente fuori moda.

Non solo: quando si parlava del colore scialbo, senza né arte né parte, solitamente si tirava in ballo proprio il castano, che tra l’altro è sempre stato uno dei colori più diffusi, se non il colore per eccellenza della maggior parte delle chiome al naturale. Ma la moda non lo amava, e dunque chi aveva capelli color castano scuro tendeva a farli diventare sempre più scuri con l’aiuto di apposite tinte con o senza ammoniaca, optando spesso per il nero corvino (un colore tra l’altro molto difficile da portare e soprattutto adatto a poche), mentre le castane dai riflessi più chiari viravano verso il più rassicurante e splendente biondo, il colore della seduzione e della femminilità più dolce e al tempo stessa sfacciata.

Sostanzialmente fino a qualche anno fa il castano non esisteva perché non esistevano più le vie di mezzo, con grande sconforto dei parrucchieri, che spesso si trovavano a dover sperimentare sfumature drastiche e artificiali pur di non scadere (secondo le loro clienti) in una banale “marrone”. Ma da qualche anno a questa parte, complice la moda, che ha riscoperto tonalità di capelli naturalissime e al tempo stesso incantevoli, finora ingiustamente snobbate, e complici le donne dello spettacolo, vip nostrane e star di Hollywood, molte delle quali hanno fatto della chioma castana il loro punto di forza, le cose sono radicalmente cambiate: non solo il marrone, e tutte le sue infinite declinazioni, è tornato di gran moda, ma gli hair stylist hanno scoperto che sta bene a un’infinità di donne, di qualsiasi età. Tra le castane più famose di Hollywood c’è l’attrice Penelope Cruz, che da sempre sfoggia una variante di castano particolarmente denso e scuro, dai riflessi quasi neri, il nero ebano, e la bellissima Eva Longoria: l’ex casalinga disperata non ha mai cambiato colore, consapevole di come il suo castano marron glacé, sia l’ideale per esaltare l’ovale perfetto del suo viso e la carnagione scura, uniforme e luminosa.

Per quanto riguarda invece il castano chiaro, ambasciatrice per eccellenza di questo colore di capelli è la splendida top-model internazionale Bianca Balti, che da sempre indossa una sfumatura di castano dai riflessi chiari, quasi biondi, che armonizza alla perfezione con la sua pelle candida, eterea e candida anche in piena estate. Il castano, del resto, sta bene un po’ a tutte, e non perché sia un colore particolarmente versatile (anche se in confronto ad altri, lo è di certo), bensì perché possiede così tante sfumature che non trovare quella adatta al proprio viso è praticamente impossibile.

Chi ha la pelle molto chiara, può giocare con riflessi più freddi come il rame o il mogano per mettere in risalto il colore degli occhi e l’incarnato. Viceversa, chi ha pelle naturalmente scura o si abbronza molto, deve puntare a illuminare il viso, consigliamo quindi di intensificare il castano scurendolo leggermente o giocando con riflessi cioccolato per far risaltare ulteriormente l’incarnato.

Il castano indubbiamente non è un colore facile da portare, e prendersi cura dei capelli castani richiede impegno e dedizione; se i riflessi non vengono di tanto in tanto rinnovati con la tinta giusta, se non si utilizzano prodotti di qualità per lo styling e per l’acconciatura, e soprattutto se non si ha il coraggio di osare, scoprendo per tentativi qual è la tonalità di castano più adatta alla propria pelle e alla forma del viso, si rischia davvero di avere una chioma piatta, priva di sfumature, di un castano scialbo come fino a qualche anno fa lo considerava la moda. Al contrario, negli ultimi anni gli hair stylist di fama, abituati a mettere letteralmente le mani sui capelli delle top-model e delle attrici di Hollywood, si sono resi conto che una base castana è quanto di più versatile esista: a partire da un capello né troppo chiaro, né troppo scuro, è possibile osare riflessi di ogni tipo, sperimentare e alla fine scegliere il risultato che più ci soddisfa. Del resto, se si utilizza una tinta un crema nutriente e rispettosa della struttura del capello, che non lo danneggia né lo sfibra o secca , anche la colorazione, diventa parte del rituale di bellezza e cura della propria chioma, anche a casa, senza dover necessariamente frequentare il salone di un parrucchiere alla moda.