CAPELLI IN ESTATE

Cosa accade ai capelli durante l’estate e in particolare quando si è in vacanza? Di solito si pensa che stare al sole e all’aria aperta sia positivo per noi e per il nostro corpo. I nostri capelli nello specifico, esposti a sole, sale e cloro possono risultare secchi, sbiaditi e crespi. Infatti, i raggi ultravioletti danneggiano il fusto capillare indebolendolo, mentre la salsedine si deposita sul rivestimento naturale del capello intaccandone l’integrità e disidratandolo. Per la precisione, la fibra capillare può subire diverse aggressioni : l’alterazione della cuticola, che porta a un aumento della porosità e alla perdita di luminosità lasciando i capelli sfibrati, opachi, con doppie punte; la degradazione dei pigmenti, ossia la schiaritura dei capelli, dovuta al danneggiamento della melanina, ; la perdita d’acqua dovuta proprio all’esposizione che disidrata la fibra lasciandola secca e fragile; e infine l’ossidazione dei lipidi con perdita di flessibilità e indebolimento dello stelo.

 

LA MASCHERA: DOPPIO USO

Dunque, la prima regola per limitare i danni estivi è quella di proteggere i capelli, soprattutto se colorati, applicando una protezione, un olio che li idrati e li tenga al riparo dalle aggressioni esterne, proprio come si fa con la pelle. Ma non solo, perché occorre anche mettere a punto una vera e propria routine che aiuti a gestire i danni con gesti simili a quelli che riserviamo a viso e corpo. In particolare, la maschera per capelli può diventare una preziosa alleata per il mare o la piscina, per il suo potere altamente idratante , funzione necessaria quando ci si espone al sole e si è in contatto con salsedine e cloro. Occorre, infatti, trattare il capello dopo l’esposizione, quindi sì a maschere dal forte potere nutriente e, nello stesso tempo, delicate. Un esempio è Elvive Olio Straordinario Maschera 1001 Usi Olio Extra-Fine di Cocco, che dona morbidezza e brillantezza e aiuta a rivitalizzare la chioma ammorbidendo le fibre fragili. Questa maschera va applicata in modo uniforme dalle lunghezze alle punte massaggiando delicatamente con i polpastrelli e utilizzando un pettine a denti larghi per distribuire il prodotto