Capelli, Fashion Week, Hair styling

Il ritorno del frisé

Il ritorno del frisé

ll frisè è tornato di moda: l’acconciatura realizzata arricciando i capelli come se aveste preso una leggera scossa elettrica, torna sulle passerelle della MFW ed entra a far parte a pieno titolo tra le tendenze hairstyle della prossima primavera/estate 2017. Dimenticato per diversi anni, il frisè era noto sia negli anni ’80 quando era voluminoso, spesso associato a frangette asimmetriche e sbarazzine e alle fasce, sia negli anni ’90 quando si portava con la riga al centro.  

Mille declinazioni di frisé

Vaporose e dall’inconfondibile mood anni Ottanta, le acconciature frisé giocano con volume e texture, per realizzare hairstyle dell’effetto pieno e corposo. Realizzarlo è semplicissimo, serve una piastra per frisé, un po’ di mousse fissante Silk & Gloss di L’Oréal Paris et voilà,  il gioco è fatto.

Acconciature frisè capelli corti

Sui capelli corti il frisè si presta bene per acconciature che giocano con tagli asimmetrici come long bob o tagli con frange lunghe. In questi casi la cosa migliore è texturizzare singole ciocche e giocare con il contrasto creato con il resto della chioma lasciata liscia o naturale.
Chi sfoggia invece un taglio carrè può ispirarsi ai look visti sulle passerelle milanesi, dove l’intera chioma è stata lavorata a frisè, in modo da accentuare il volume che va però tenuto a bada con prodotti specifici per contrastare l’effetto crespo.

3z4b4163

Haistyle raccolti con frisé

Se cercate qualcosa di più adatto ad una serata o ad un evento, potete buttarvi sulle acconciature raccolte con frisè. Lo chignon, alto o basso, va sicuramente per la maggiore così come anche gli haistyle con lunghezze raccolte dietro il capo con leggero effetto messy. La coda di cavallo si carica di un mood retrò con l’effetto frisè: sulle passerelle le vediamo declinate in versione minimal, con semplice elastico che tiene ferme le ciocche.

3z4b2153