Certamente è la parte più espressiva del viso, ma anche la più delicata e più facile a “segnarsi”. Parliamo della zona perioculare, ovvero del contorno occhi, la meno ricca di fibre di sostegno (collagene ed elastina) e di lipidi dermici e più sottile di circa venti volte rispetto a tutto il resto del corpo. Oltretutto è anche la più soggetta ad azioni di tipo meccanico: 28 mila battiti di ciglia come media giornaliera, con 14 dei 22 muscoli presenti che si attivano ogni venti secondi. È facile comprendere come sia poco equipaggiata ad affrontare i segni di invecchiamento, che compaiono già a 25 anni, sotto forma di rughette sottili, superficiali, generalmente visibili all’angolo esterno dell’occhio e comunemente definite rughe d’espressione o “zampa di gallina”.

ZAMPE DI GALLINA RIMEDI

Se alle azioni meccaniche fisiologiche aggiungiamo gli effetti delle aggressioni derivanti dalla vita quotidiana, come affaticamento, stress e irritazioni, capiamo ancor meglio come la zona del contorno occhi richieda attenzioni e cure particolari. Trattamenti specifici in grado di irradiare nuova giovinezza, ripristinando il film idrolipidico pressoché assente, di rinforzare le fibre di sostegno, di donare idratazione, compattezza e tonicità, oltre a un effetto filler riempitivo. Un’azione globale, dunque, svolta da Revitalift Filler [HA] concentrato occhi rivolumizzante con un’elevata concentrazione di acido ialuronico, per riempire le rughe del contorno occhi e ripristinare i volumi.

AZIONI QUOTIDIANE PER IL CONTORNO OCCHI

Anche piccole abitudini quotidiane possono fare la differenza nel preservare più a lungo la zona perioculare:
– Non strofinare gli occhi: quando li sentiamo stanchi, la secchezza causa un riflesso istintivo che porta a strofinarli per stimolare le ghiandole lacrimali. Questo nel tempo causa rughe e fa sembrare la zona ancora più stanca, portando rossore e gonfiore. Se invece si sbattono gli occhi rapidamente, si previene la secchezza.
– Mai andare a letto senza prima struccarsi e avere applicato una buona crema contorno occhi, da picchiettare con i polpastrelli.
– Effettuare un micro-massaggio sulla zona perioculare aiuta nel tempo a preservarne l’elasticità. Meglio se con piccoli gesti di digitopressione.
– Anche una corretta alimentazione può essere d’aiuto: quando non si beve abbastanza le piccole rughe e i gonfiori attorno agli occhi si enfatizzano. Da provare anche tisane e infusi con antiossidanti per una pelle radiosa.
– Dormire, meglio se sulla schiena: non solo le espressioni del viso causano le rughe, ma anche riposare con il viso appoggiato sul cuscino per ore.
– Staccate gli occhi dai device tecnologici. Le luci e i riflessi di questi apparecchi possono stressare gli occhi, facendoli apparire più stanchi. Anche solo una pausa di 20 minuti può aiutare a donare sollievo.