L’invecchiamento non è una questione di rughe. Perdita di volume sotto gli occhi, una maggiore incavatura del viso e la riduzione del volume cutaneo sono da monitorare scrupolosamente.

Se la pelle mostra segni di perdita di volume ed è più evidente sotto gli occhi e sempre più spesso le persone ti dicono “sei stanca”… nonostante tu abbia dormito le canoniche 8 ore a notte, non aiuterà rimuginarci sopra troppo a lungo. La tua nuova sfida estetica è quella di prenderti cura anche di quella zona che va dall’angolo interno degli occhi fino al naso.

In mezzo al viso: tra zigomi e contorno occhi

Questa zona particolare del volto è proprio sotto gli occhi di tutti. E’ qui, sulle guance, tra i cerchi scuri sotto gli occhi e il naso, che le lacrime scorrono quando sei felice o triste. E questo è anche il posto dove le guance cominciano a incavarsi. Questa zona così ben definita e preziosa del volto è uno dei primi punti ad essere visibilmente colpiti dalla perdita dei volumi facciali. La zona tra occhi e naso inizia ad infossarsi una volta raggiunti i 40, creando un’ombra a partire dell’angolo interno dell’occhio.

La perdita di volume e l’insorgenza di depressioni danno al viso un aspetto triste, stanco e segnato. E’ spesso in questa fase di perdita di volume che dici a te stessa: “I miei occhi sono diversi” oppure “Perché sembro sempre stanca?”.

Il viso e la perdita dei volumi facciali

La zona tra l’angolo interno dell’occhio e il setto nasale è una parte molto delicata del viso e va trattata con cura. Essa è infatti una delle parti che maggiormente risentono della perdita complessiva di volume nel viso. Inizia tutto come conseguenza della perdita di grasso dal viso, si inizia dalla piega tra occhi e naso e scaturisce nel pronunciarsi della piega naso-labiale.

Un processo strettamente connesso all’invecchiamento della pelle che non può essere fermato, ma che può essere contrastato e drasticamente rallentato grazie a tre valide soluzioni per appianare la depressione della zona e ripristinare il volume naturale della pelle; tre soluzioni da usare da sole o combinate tra loro:

– Iniezioni di filler con acido ialuronico ad alto peso molecolare cross-linkato da ripetere ogni 6 a 9 mesi sotto la guida di dermatologi esperti;

– Trattamenti cosmetici, anche con acido ialuronico ma questa volta micrometrico per penetrare meglio l’epidermide, da applicare a casa, mattina e sera;

Massaggi volumizzanti e con effetto lifting, con un terapista di bellezza o in casa con l’auto-massaggio, tutte le volte che lo desideri.