Le macchie sulla pelle sono tra i più diffusi segni dell’invecchiamento cutaneo. Questa manifestazione interessa solitamente l’epidermide del viso; non di rado, però, le macchie possono comparire sulle mani, sulle spalle e su altre parti del corpo dove la pelle è più sottile ed esposta. Esistono varie tipologie di discromie cutanee, che differiscono fra loro per cause e caratteristiche peculiari. Alcuni tipi di macchie, come le lentiggini, i melasmi e le efelidi, sono dovuti ad un eccesso di pigmentazione e possono manifestarsi a tutte le età: dovuta a fattori genetici, la presenza di queste macchie è legata al possesso di una carnagione chiara spesso associata a capelli biondi o rossi. L’assenza di melanina, al contrario, è all’origine delle discromie che caratterizzano la vitiligine.

Nei casi più comuni, le macchie della pelle vengono provocate dalle radiazioni solari: le cosiddette “lentigo solari”, di colore bruno o nocciola, compaiono infatti nelle zone del corpo più esposte ai raggi ultravioletti e rappresentano generalmente un inestetismo temporaneo. Anche le macchie scure che compaiono in gravidanza hanno la stessa transitorietà: causate da sbalzi ormonali, esse regrediscono di norma nel periodo post-parto. Diverso è il caso delle discromie causate da couperose, rosacea e acne: strettamente legati alla presenza dell’affezione cutanea, questi inestetismi scompaiono generalmente con il regredire del disturbo e richiedono quindi un trattamento terapeutico mirato. Uno dei maggiori responsabili delle macchie della pelle è sicuramente l’avanzare dell’età. Con il tempo, la pelle diventa progressivamente più fragile, secca e sensibile: sul viso e sulle mani compaiono antiestetiche macchie scure che tolgono uniformità e luminosità all’incarnato. Perché accade? La comparsa di queste macchie è causata da un rallentamento del turn over cellulare: si tratta di un fenomeno fisiologico, dovuto ai naturali processi di invecchiamento e alla proliferazione dei radicali liberi. Questi meccanismi provocano un indebolimento della cute che perde elasticità, tono e vitalità; la melanina non viene più prodotta in modo regolare ma tende a concentrarsi maggiormente in alcuni punti del viso e delle mani, causando la comparsa di macchie scure di forma tondeggiante.

Le cattive abitudini di vita come il fumo, il consumo di alcolici e la mancanza di sonno possono accelerare il decadimento delle cellule favorendo la comparsa o l’aumento delle discromie cutanee. Attenzione poi alle radiazioni ultraviolette: un’esposizione eccessiva, magari senza un’adeguata crema schermante, incide in modo significativo sull’invecchiamento precoce della pelle e, soprattutto, sulla formazione delle macchie scure. Come rimediare? Una buona prevenzione è sicuramente il primo passo per contrastare l’insorgenza di questo fastidioso inestetismo. Semplici ma importanti regole di vita sana come dormire con regolarità, bere molta acqua e mangiare in modo equilibrato possono aiutare a mantenere i giusti livelli di idratazione ed ossigenazione dei tessuti: più fresca e vitale, la pelle può difendersi meglio dagli attacchi dei radicali liberi e mantenere a lungo un aspetto giovane, luminoso e uniforme. Per combattere le macchie e gli altri segni dell’invecchiamento, però, è fondamentale riservare all’epidermide cure attente e regolari per idratarla, rinforzarla e proteggerla dai fattori ambientali avversi. In menopausa e in post-menopausa, in particolare, la pelle ha bisogno di nutrienti mirati per prevenire la formazione delle macchie e attenuare quelle già esistenti: in questo delicato periodo della vita, infatti, i continui sbalzi ormonali possono indebolire la pelle esponendola all’insorgenza delle macchie scure. Il progressivo assottigliamento della pelle può determinare secchezza, rilassamento e discromie cutanee. In più, i fattori ambientali avversi come il vento, lo smog e i raggi solari possono aggravare ulteriormente la situazione favorendo l’azione nociva dei radicali liberi.

Come difendersi?

Scegliete un trattamento re-idratante da giorno a base di estratto di semi di soia, filtri UV e complesso melanin-block. L’estratto di semi di soia aiuta la pelle a rafforzare le sue strutture di sostegno, mentre il complesso melanin-block favorisce la riduzione dele macchie scure. La presenza dei filtri UV protegge la pelle dalle radiazioni solari contrastando la formazione delle discromie. Per la notte, orientatevi su una crema rigenerante.  a base di estratto di semi di soia, lipidi e complesso melanin-block. Durante il riposo notturno, questa formula nutre e ripara l’epidermide in profondità stimolando il ricambio cellulare ed esercitando un’azione schiarente e uniformante sul colorito. In più, i lipidi e l’estratto di semi di soia aiutano  a rafforzare le strutture di sostegno della pelle  ridisegnando i contorni del viso. Profondamente rigenerata, la pelle mostra un colorito più fresco e uniforme, i tratti appaiono risollevati. Grazie a sane abitudini di vita e a trattamenti ad alta efficacia, l’incarnato può finalmente risplendere ritrovando la luminosità della giovinezza.