E’ questo lo scoop beauty del momento: la notte non è un momento facile per la vostra pelle!

Nonostante la notte ci si conceda lunghe ore di sonno ristoratore, accade spesso che piccoli segni e pieghe appaiano sul tuo viso proprio durante le ore notturne. E’ tempo di approfondire la conoscenza di queste fastidiose rughe del sonno per evitare che si trasformino in veri e propri incubi anche di giorno.

Pelle e rughe by night: una combinazione pericolosa durante il sonno

Trascorriamo il 60% delle nostre nottate dormendo di fianco e ci muoviamo in media 20 volte per notte. Questa involontaria attività notturna intacca la qualità della pelle e causa il manifestarsi di quelle odiate pieghe e segni marcati sul viso. Si chiamano rughe del sonno.

Secondo quanto afferma la American Academy of Dermatology, appoggiare sempre il viso su un lato specifico porta al sorgere di queste piccole insidiose rughe. La causa principale è la pressione del cuscino sulla pelle. Le donne che dormono su un lato risultano quindi maggiormente soggette all’insorgere di rughe del sonno. I segni appaiono sulle guance e il mento e arricciano la pelle mostrando incavature marcate e ben visibili – ricordo tangibile di notti trascorse con scarso riposo.

Le donne che dormono a pancia in giù, con metà del viso affondato nel cuscino, al loro risveglio troveranno rughe del sonno nella V zone, parliamo quindi di mento, collo e decolté. Piccola annotazione da tenere presente: le rughe del sonno che appaiono per prime sono quelle situate agli angoli della bocca.

Rughe del sonno: cosa le contraddistingue

Non dovremmo mai fare confusione tra rughe di espressione e rughe del sonno. Le prime infatti sono causate da contrazioni ripetute dei muscoli facciali. Al contrario, le rughe del sonno sono dovute a pieghe e pressioni della pelle contro il cuscino. In altre parole, il loro insorgere è dovuto all’entrata in contatto del viso con le lenzuola e il cuscino. Si tratta quindi di rughe da pressione.

Con l’avanzare del tempo e dell’età, queste linee diventano sempre più pronunciate sulla pelle a causa della sua perdita di volume, specie avvicinandosi ai 40. L’insorgere delle prime rughe del sonno al mattino è un chiaro segnale dell’invecchiamento della pelle, le cui carenze specifiche vanno compensate. La soluzione che proponiamo è una beauty routine notturna con una crema notte volumizzante a base di acido ialuronico. Si tratta di un trattamento per il viso efficace, con risultati visibili dalla prima notte di utilizzo.