Ci sono differenze tra la “pelle estiva e quella invernale”? In estate, occorre scegliere una crema viso antirughe diversa rispetto a quella abituale, perché magari la pelle presenta delle problematiche particolari? In linea di massima no, raccomandano i dermatologi, anche se il caldo e l’umidità spingono molte donne a orientarsi verso prodotti più leggeri e texture più gelificate. Magari nella convinzione che, in estate, per prevenire le rughe, da quelle del contorno occhi a quelle naso-labiali, basti affidarsi a protezioni solari con alto indice spf. In realtà, la skin care routine andrebbe rinforzata, poiché l’accoppiata ozono contenuto nell’aria e raggi UV risultano davvero deleteri per la pelle del viso.

Per poter fare fronte a tutte queste problematiche, il primo passo è quello di continuare a utilizzare un prodotto antirughe, magari con componenti e ingredienti specifici per l’estate, per far fronte anche a una minore disidratazione della pelle e con texture più fluide e leggere, perché si asciugano subito e non danno la sensazione di accentuare la sudorazione, da applicare sempre, mattino e sera. Anche solo il siero può bastare, molto idratante, concentrato e leggero, quindi in grado d curare senza appesantire.

Inoltre, la pelle in estate produce più radicali liberi, perché più fotoesposta rispetto all’inverno, con più sostanze ossidative che si accumulano nelle cellule e anche più probabilità di irritazione. Quindi sì ad antirughe ricchi di sostanze antiossidanti, vitamine E e C, acido ialuronico. Infine, mai dimenticare il filtro protettivo dai raggi UV, che molte creme antirughe posseggono. Come il nuovo Trattamento Profondo Giorno SPF20 Revitalift X3, con texture leggera e setosa che uniforma il colorito grazie all’LHA e previene la comparsa di macchie solari grazie al fattore di protezione SPF20. Inoltre corregge le rughe, ridensifica e tonifica la pelle.