Le rughe iniziano a formarsi sul viso prima di quanto immaginiamo. Non essendo altro che il risultato del lento invecchiamento della pelle, dunque della perdita di collagene e acido ialuronico, già a 25 anni inizia a manifestarsi questo processo. Anche se si crede che questo cominci intorno ai 40 anni e da quel momento, solitamente, si inizia a pensare all’utilizzo di una crema anti-rughe. Ma molto prima si può rimediare alla perdita di idratazione e all’accumulo di radicali liberi, causa di ossidazione, con relativo rallentamento del turnover cellulare.

Le prime rughe a comparire sono quelle cosiddette “dinamiche”, ovvero sulla fronte e intorno agli occhi. Poi, intorno ai 35 anni, si formano le prime pieghe naso-labiali, mentre verso i 40 anni sono interessati palpebre e collo. Dopo i 50 anni il processo di invecchiamento è più veloce, con le rughe che diventano sempre più evidenti e la texture della pelle che inizia ad alterarsi. Certamente, la qualità della pelle influisce su questo processo: se secca, allora rughe e segni d’espressione saranno più evidenti, perché acido ialuronico e collagene sono più carenti. In presenza, invece, di pelle grassa o mista, il processo apparirà più rallentato, perché l’idratazione naturale è maggiore, anche se è più facile che la pelle perda compattezza, quindi i primi segni visibili di invecchiamento saranno, prima ancora che le rughe, l’alterazione delle linee di contorno e la comparsa di macchie scure e di inestetismi come l’acne.

Dunque, prima ancora che una buona crema anti-rughe a base di ceramidi, occorre pensare a un buon idratante, come Hydra Genius, a base di Acido Ialuronico in grado di legare molecole di acqua e di estratto di Aloe, pianta nota per l’estrema capacità di immagazzinare acqua.