È tra gli ingredienti più utilizzati per i prodotti skincare: l’acido ialuronico, termine sempre più diffuso e ormai sinonimo di pelle idratata, turgida e rimpolpata. Perché è così importante e di cosa si tratta, nello specifico? Occorre innanzitutto dire che l’acido ialuronico è naturalmente presente nella nostra pelle ma diminuisce con l’avanzare dell’età, già a cominciare dai 20 anni, ed è per questo che la pelle di un bambino è così compatta ed elastica mentre quella di un adulto è più sottile e poco tonica. Si è studiato che dopo i 40 anni l’acido ialuronico inizia degradarsi con un ritmo che si aggira intorno al 30-50 per cento ogni 24 ore.

Tecnicamente si tratta di una macromolecola di polisaccaridi (zuccheri) con capacità di inglobare e trattenere grandi quantità d’acqua (è stato calcolato circa mille volte il suo peso) e che agisce come  “cementante” cellulare, assicurando un ottimo grado di idratazione dei tessuti cutanei: più elevato è il suo contenuto nell’epidermide, più la pelle risulta rimpolpata, levigata e intensamente idratata. “Ogni giorno lo stress psico-fisico, le differenti temperature, lo smog inducono la dispersione di acqua da parte della pelle che gradualmente si disidrata e si impoverisce”, spiega la dermatologa Maria Rosa Gaviglio.

Non resta dunque che affidarsi a questo prezioso ingrediente in forma cosmetica, attraverso trattamenti che lo racchiudano nelle loro formulazioni per la sua capacità di trattenere acqua nei tessuti. Come Hydra Genius, il trattamento perfetto come crema idratante abituale, che grazie alla sua texture liquida aiuta a garantire l’apporto ideale di acqua dell’epidermide, senza appesantirla. Nella formula, Acqua d’Aloe, linfa di Aloe vera pura, una riserva idrica ricca in minerali essenziali capaci di veicolare l’idratazione fino agli strati più profondi della pelle e Acido Ialuronico, attivo naturale in grado di trattenere fino a mille volte il suo peso in acqua, per mantenere la pelle idratata fino a 72 ore.