Men Expert

Il Whisky: Un uomo, un malto

Il Whisky: Un uomo, un malto

Sempre più uomini scoprono la loro passione per il whisky. Solo in Scozia esistono più di 100 distillerie attive, che non potrebbero esser più diverse fra loro. I principianti sono presto sopraffatti. Come si può fare per trovare il proprio whisky preferito?

 

Uomini che non si sono mai occupati approfonditamente dell’argomento whisky, pensano spesso alle marche più famose di whisky nei supermercati. Gli intenditori sanno che il gioiello scozzese non ha niente a che fare con i distillati a buon mercato del discount.

 

Per prima cosa si pone la domanda: blend o single malt? I blended whisky sono una miscela di diversi whisky di malto e di grano provenienti da varie distillerie in modo da ottenere un prodotto finale bilanciato sia in termini di gusto, di qualità e di costo finale. Di altissima qualità perfino maestosi blend chiamati Chivas arrivano dai fornitori di corte della casa reale britannica, da gustare dai gentlemen fra gli uomini.

 

Se ti piace il gusto leggero con una nota di frutta, ti potrebbe piacere il single malt invecchiato da 10 a 12 anni della regione del Whisky Speyside – tipo Aberlour o Glenfiddich. Se ti vedi più come una persona spericolata, uomo di fatti, allora ti potrebbe piacere il Talisker 18, piccante e speziato. Se non sei uno che disprezza la buona tavola e ami la varietà, senti un po’ in giro se trovi un Whisky Tasting nelle tue vicinanze. Durante queste degustazioni impari a conoscere in una volta più di un Single Malt qualitativamente pregiato, senza spendere una fortuna.

 

Whisky, gli intenditori lo fanno bene

 

Hai trovato il tuo whisky ? Goditelo come un intenditore. Diluiscilo con un po’ d’acqua, così che l’alcool non intorbidisce il tuo senso del gusto. Va bene l’acqua liscia, magari quella della Scozia o quella della Francia. Invece del Tumbler, che fa svanire l’aroma velocemente, utilizza un bicchiere a stelo da un negozio specializzato. Così non ci sono più impedimenti per gustarti il tuo whisky.

 

La culla del whiskey: Scozia e le sue regioni del whisky

 

Sapevi che le distillerie scozzesi e il whisky che producono vengono attribuiti alle varie regioni? E ogni regione ha una sua qualità gustativa.

 

Iniziamo con un whisky leggero dalla regione Lowland. Questo whisky è a basso contenuto di torba e viene per questo utilizzato volentieri per i Blends.

Sulle sei isole dell’Islanda, Orkney, Skye, Mull, Jura, Arran e Lewis, è l’aria di mare che da al whisky una nota di salsedine.

La regione Campbeltown era nel 19° secolo il centro della distillazione del whisky. All’epoca c’erano 34 distillerie, oggi ne sono rimaste solo 3: Springbank, Glengyle e Glen Scotia.

I whisky dell’isola Islay hanno una nota particolarmente potente e forte. Questo dipende soprattutto da un giacimento di torba molto esteso, che si ritrova in svariate quantità nelle diverse varietà di whisky.

Degno di nota è anche il luogo originario principale di produzione del Whisky: Speyside. In uno spazio ristrettissimo si trovano 48 distillerie, quasi la metà di tutte quelle della Scozia.

I whisky di Speyside vengono considerati in generale come dolci, leggermente a base di torba e spesso molto profumati.

Chi vuole la varietà, la avrà nelle Highlands: di norma i whisky delle Highlands sono piuttosto forti e molto eterogenei nel gusto, poi ci sono i gusti miti con un accenno di torba, il gusto di malto- un po’ dolce, infine il gusto cremoso e fruttato insomma c’è né per tutti gusti.

 

Scopri i prodotti giusti per la tua barba >