Finalmente il vostro tanto desiderato tatuaggio fa bella figura sulla vostra pelle. Il procedimento è stato duro, ma sei riuscito ad arrivare fino in fondo. E adesso? Specialmente nelle prime settimane è importante che curi il tatuaggio nel modo giusto. Qui ti diamo qualche consiglio a che cosa devi prestare attenzione.

 

Non devi essere più un marinaio o una rock star per metterti sotto gli aghi. Forse succedeva prima così, ma oggi i tatuaggi sono arrivati in tutte le classi sociali e sono assolutamente di tendenza. Calciatori, musicisti o altri personaggi famosi fanno vedere come va fatto: da piccoli a grandi tatuaggi, che coprono quasi tutto il corpo, è permesso tutto.

 

Quando veri uomini parlano di un tatuaggio, di sicuro non parlano di qualcosa di filigrana tribale sul polso o di un fiorellino delicatino sulla pancia.

 

Tu stai pensando a un vero tatuaggio: sul petto, su un’avambraccio, o anche tra le scapole. Cosi non vai proprio nel primo studio di tatuatori che trovi in un centro commerciale.

 

Ti metti a perdere un po’ di tempo, ti guardi un po’ in giro nell’ambiente e scegli con grande cura il tuo artista-tatuatore. Alla fine il suo stile deve combaciare con il tuo, perché è il tuo personale statement per l’eternità.

 

Adesso vai fino in fondo con il tuo appuntamento, senza battere ciglio. E poi vedi questo capolavoro la prima volta sul tuo corpo. Semplicemente geniale. Ma non finisce qui: per far durare l’effetto Wow, devi investire del tempo nella giusta cura e prendere in considerazione alcuni suggerimenti.

 

Il trattamento migliore per il tuo primo tatuaggio

 

Un tatuaggio appena fatto è sotto un punto medico come una ferita aperta, che necessità di trattamenti accurati. Sicuro, visto che la tua pelle è stata bucherellata per ore con degli aghi. Il tuo Tattoo-Artist ti tamponerà il disegno, metterà della crema e te lo fascia con delle bende o anche con del cellophane. Dopodiché sei tu responsabile per la cura del tuo tatuaggio.

 

Cura del tatuaggio

Cura del Tattoo passo per passo

 

1° Passo – Non toccare la benda

Anche se vorresti far vedere il tuo capolavoro appena conquistato a tutto il mondo, – devi avere pazienza! Non dovresti togliere il cellophane o la benda per almeno una notte. Al massimo dopo 24 ore dovresti togliere delicatamente la fascia. Non ti spaventare: Giacché la ferita rilascia liquidi e inchiostro, all’inizio il tatuaggio non ha proprio un bell’aspetto. Questo pero è normale.

 

2° Passo – Pulisci il tatuaggio delicatamente

Pulisci il motivo con l’acqua tiepida e una saponetta neutra senza additivi né profumo, delicatamente a mano. Non mettere il tatuaggio direttamente sotto l’acqua corrente.

 

3° Passo – Lascialo asciugare all’aria

Tampona il tuo tattoo piano piano con la carta da cucina e lascialo asciugare ancora un po’ all’aria.

 

4° Passo – Mettere la crema

Alla fine fai bene a spalmare un po‘ di crema speciale sul tuo Tattoo. Il tuo Tattoo-Artist o il farmacista può consigliarti a secondo del tipo della tua pelle una pomata adatta per la cura del Tattoo. La regola generale è: Esclusivamente con dita pulite e non spalmare uno strato troppo spesso. Nella stessa giornata ti conviene ripetere questa procedura da due a tre volte. Vale in questo caso: indipendentemente da quanto prude, non grattarti! Altrimenti si staccano delle particelle di colore e tu devi ritornare per prendere un appuntamento e rifarti bucherellare. Anche nei giorni seguenti dovresti metterti la pomata almeno tre volte al giorno.

 

Più sei scrupoloso nella cura del tuo tatuaggio e più „splende“ l’immagine.

 

Da sette a dieci giorni, raramente serve qualcosa in più affinché la parte tatuata guarisca. Solo a questo punto puoi ritornare ai tuoi abituali riti di cura.

 

Tratta e prenditi cura del tuo tattoo fin quando è una ferita aperta. Tieni il tatuaggio coperto, mettiti vestiti larghi e proteggilo dagli sfregamenti e dai raggi UV. Devi essere pignolo nel trattamento, visto che il tatuaggio te lo porti per tutta la vita.

 

Scopri i prodotti giusti per la tua barba >