Truccarsi non è un’azione fine a se stessa. Il make up ha fondamentalmente lo scopo di esaltare la bellezza femminile, valorizzare i punti di forza del viso della donna e mascherarne, invece, gli eventuali difetti o imperfezioni. Va da sé, quindi, che ogni singola tecnica possa andare bene per alcune ed essere poco indicata, invece, per altre. Tutto dipende, ovviamente, dai lineamenti, dal tipo di carnagione, dalla conformazione di naso e bocca, nonché dal colore e dalla forma degli occhi. C’è chi li ha a mandorla, chi li ha tondi, chi li ha piccolissimi e magari infossati oppure incurvati verso il basso. Con le giuste tecniche di make up, tuttavia, far risaltare gli occhi o modificarne la forma, anche solo visivamente e per una manciata di ore, è un gioco da ragazzi. Non resta che imparare come.

Occhi a mandorla

Chi ha gli occhi a mandorla non ha bisogno di adottare particolari accorgimenti, si tratta di una forma praticamente perfetta e particolare, che ben si presta a vari tipi di maquillage e di esperimenti. L’occhio a mandorla tende a stringersi verso le estremità e ad aprirsi, invece, al centro, donando al viso uno sguardo sensuale ma dolce al tempo stesso. Il modo migliore per valorizzare questa splendida forma, la più comune tra tutte quelle esistenti, è quella di concentrarsi prettamente sull’angolo esterno. Come? Semplice, servendosi di una matita occhi nera con la quale tracciare una linea sottile sia sopra, da metà palpebra in poi, che sotto, facendosi spazio tra le ciglia. I due tratti dovranno poi incontrarsi nella parte esterna dell’occhio, per allungarlo leggermente e renderlo ancor più magnetico. Per dare uniformità e luce alla palpebra mobile utilizzate, invece, un semplicissimo ombretto nude. E infine, per fare in modo che l’occhio sembri ancor più grande, applicate del mascara ciglia finte fino ad ottenere un incredibile effetto volume.

Occhi rotondi

Avete gli occhi perfettamente rotondi? Il segreto, nel vostro caso, è quello di truccare solo la parte superiore, tralasciando quasi completamente quella inferiore. Insistendo sulla palpebra, infatti, si crea un effetto ottico tale da ridimensionare l’occhio e ristabilire le giuste proporzioni. Servitevi dunque di un eyeliner gel di colore nero, che utilizzeremo per tracciare una linea precisa sulla palpebra mobile con l’ausilio di un apposito pennello da eyeliner con le setole rigide e compatte. Per quanto riguarda la rima inferiore, invece, limitetevi a realizzare un tratto leggerissimo: stavolta servitevi quindi di un colore neutro o quasi invisibile, come ad esempio il fango o una qualunque sfumatura che sia più chiara della vostra carnagione. Un po’ di mascara, sia sopra che sotto, e il gioco è fatto.

Occhi orientali

Nel caso in cui, invece, abbiate gli occhi in stile orientale, talmente piccoli da sembrare socchiusi, dovrete armarvi di pazienza e procurarvi tutti quei prodotti pensati, appunto, per farli apparire almeno un po’ più grandi. La matita nera nella rima interna è bandita, mentre sono ammessi gli ombretti di colore neutro e il mascara volumizzante. Valorizzate lo sguardo tracciando una linea sottilissima sulla palpebra mobile, che segua la forma naturale dell’ occhio, con matite o eyeliner. Il nero è da evitare perché tenderebbe a renderlo ancor più piccolo, mentre il marrone o il bronzo vanno più che bene. Quanto all’ombretto, via libera alle tonalità nude e agli illuminanti, da applicare sia sotto l’arcata sopraccigliare che nell’angolo interno dell’occhio. E’ permesso abbondare col mascara, perché l’effetto ciglia finte aiuta ad ingrandire lo sguardo.

Occhi “all’ingiù”

Il modo migliore per valorizzare gli occhi dalla caratteristica forma all’ingiù, infine, è quello di puntare su ombre e sfumature varie. Lo smokey eyes sarà dunque di grande aiuto perché tende a sollevare la parte esterna dell’occhio evitando che si incurvi verso il basso. Come nel caso degli occhi tondi, avrete bisogno di un eyeliner dal tratto preciso da applicare nella seconda metà della palpebra. In questa stessa area sfumate un ombretto di colore scuro, preferibilmente opaco, che porterete all’infuori e verso l’alto con un pennello da sfumatura dalla punta obliqua. Per quanto riguarda la rima inferiore, contornatela con una matita, sia marrone che colorata, dal tratto leggero, e applicate un illuminante o un ombretto bianco nell’angolo interno, creando un punto luce. Il mascara, in questo caso, sarà allungante.