Il primer, si capisce dalla parola stessa, è qualcosa che va prima: anticipa infatti il make up e va applicato sul viso dopo la crema idratante giorno. La funzione del primer viso è proprio quella di preparare il viso al trucco proteggendolo e fissando il make up assicurandone tenuta e durata per molte ore.

Tipologie di primer viso

Ne esistono di tantissimi tipi, ognuno con una funzione ben precisa. Se hai la pelle mista tendente al grasso, meglio andare verso un primer viso opacizzante, per tenere a freno gli eccessi di sebo e assicurare omogeneità all’incarnato. Se quello che ami è invece un effetto nude, scegli un primer ultra leggero per uniformare la grana della pelle per un colorito più che mai splendente e naturale.

Avrai sentito parlare anche dei primer viso riempitivi, più adatti per le pelli mature che hanno bisogno di coprire i primi segni dell’invecchiamento della pelle, come le rughe. Per un effetto invece radioso, la scelta deve andare verso un primer illuminante che restituisca una sana lucentezza al volto. Questi tipi di primer viso hanno l’aspetto di una crema, anche se molto meno denso, e non sono colorati. Esiste invece una palette di colori ben precisa per il primer viso correttivo, che agisce correggendo il colorito della pelle. La teoria dei colori è la stessa che usi nella scelta del correttore: verde per camuffare i rossori della pelle, pesca per gli incarnati più chiari, giallo per dare luce alle pelli più spente, viola per le pelli più giallastre.

L’abbiamo già detto all’inizio ma è meglio ripeterlo: il primer viso va applicato dopo la crema giorno che utilizzi regolarmente per idratare la pelle, perché un viso non nutrito ridurrebbe l’efficacia della base trucco.

Il primer non è solo viso, ma ne esistono anche di specifici per occhi e labbra, per idratarli e truccarli perfettamente.

Tu hai già trovato il primer giusto per te? Corri a sceglierlo per una base trucco davvero spettacolare!