Gli occhi verdi sono da sempre il simbolo di una sensualità sofisticata, che si mescola alla limpidezza dello sguardo e, a sorpresa, costituiscono il colore meno diffuso al mondo. Non esiste un solo tipo di verde per le iridi dell’occhio, ma le sfumature possono essere tantissime: acquamarina, giada, verde oro, prato, verde bottiglia o bosco. Per esaltarle tutte in maniera efficace cosa c’è di meglio di un trucco per occhi verdi pensato con attenzione ed eseguito a regola d’arte? Ecco dunque qualche consiglio per un trucco perfetto dedicato agli occhi verdi.

La prima cosa da fare è quella di selezionare solo alcune famiglie di colori che sapranno enfatizzare l’intensità degli occhi verdi, dalle sfumature più chiare a quelle più scure, evitando di conseguenza altre che invece ne smorzano la luminosità e la profondità. Un esempio è la scelta degli ombretti viola o azzurri  in tutte le loro varianti : questi, infatti, oltre ad essere i colori per eccellenza del 2015, tendono a porre gli occhi verdi letteralmente sotto i riflettori e conferiscono un effetto luce ineguagliabile, ottenuto in special modo se si abbinano nuance più chiare a quelle più scure della stessa gamma ,perfette allora tutte le palette di ombretti con tre o quattro sfumature che consentono infinite varianti di utilizzo.

Altro colore consigliato per vestire le iridi verdi, soprattutto quelle con sottotono dorato, è il bronzo chiaro, sempre nei toni caldi, da abbinare ad un color caffè, ad un marrone rosato e ad un eyeliner color testa di moro. Una vera esperta del trucco per occhi verdi è l’attrice Blake Lively, che sceglie spesso smoky eyes dai toni naturali. Chi ha occhi dalla tonalità verde scuro, verde bosco o bottiglia dovrebbe invece utilizzare l’eyeshadow nero, che li fa sembrare più chiari e molto più profondi: ovviamente non si sta parlando di un nero mat, ma possibilmente di un ombretto in crema da sfumare gradualmente verso l’incavo della palpebra e rendere più languido con tanto mascara ciglia finte volumizzante, con effetto ala di farfalla.

Come dimenticare, poi il grigio? Adatto a tutte coloro che possiedono occhi dalla tonalità verde chiarissimo, con una sfumatura ghiaccio, il grigio può essere davvero un colore passpartout, da utilizzare come protagonista di uno smoky eyes o solo per ombreggiare l’incavo delle palpebre, o anche semplicemente per sottolineare la rima palpebrale: in tutti i casi l’alternanza di grigio acciaio con il grigio argento resta il mix match che meglio enfatizza gli occhi color verde acquamarina.

Un discorso a parte merita il tono su tono. A lungo bistrattato e snobbato da molti make up artist, che vedevano nell’ombretto verde un vero e proprio nemico per gli occhi verdi, oggi è stato rivalutato da diversi stylist della bellezza, che lo hanno scelto anche per le sfilate milanesi e parigine. Il segreto? Preferirlo sempre identico al colore dell’iride e poi enfatizzarlo con una bordatura o un eye liner più acceso o a contrasto: così chi ha gli occhi color verde oro può scegliere un verde muschio molto chiaro per tutta la palpebra, reso più profondo da un verde bottiglia sfumato nell’incavo e sottolineato da una matita cremosa dalla sfumatura modulabile color nero/verde.

Per far sì che il trucco degli occhi verdi risulti perfetto ed impeccabile, infine, molta importanza è data dalla base. Mai cedere ad un fondotinta effetto maschera ma optare per fluidi leggeri ed allo stesso tempo coprenti, che possano illuminare il volto e farlo apparire radioso. A questo primo passo aggiungere un correttore molto luminoso, che contribuirà a far risaltare lo sguardo, ed un blush sui toni del pesca e del corallo. In questo modo gli occhi verdi potranno risplendere in tutta la loro bellezza.