L’eyeliner è senza dubbio uno dei cosmetici al tempo stesso più amati e più odiati dalle donne. Questo rapporto di amore e odio deriva principalmente dalle notevoli difficoltà dell’applicazione, per la quale ci vuole una mano ferma e allenata, resa precisa da settimane e settimane (a volte mesi) di pratica costante, a fronte di un risultato solitamente spettacolare, che a differenza di una semplice matita nera non si limita a sottolineare o ad esaltare lo sguardo, rendendolo più profondo come fa per esempio il kajal, bensì dona eleganza e raffinatezza a tutti gli occhi, qualunque sia la loro forma, amplificando lo sguardo e donandogli un fascino difficilmente riproducibile senza questo preziosissimo cosmetico.

Come applicare l’eyeliner in modo perfetto

In commercio vi sono diverse tipologie di eyeliner, che si differenziano sia in base alla minore o maggiore facilità di stesura e utilizzo, sia in base al trucco occhi che si va a realizzare, dunque al tipo di linea che si desidera ottenere, che può essere più o meno sottile, ma sempre nerissima e netta, dal momento che sono queste le caratteristiche principali dell’eyeliner. Per ottenere linee di medio spessore o al contrario molto spesse (in questo caso l’applicazione andrà ripetuta più volte sino a ottenere lo spessore desiderato) si può optare per il classico eyeliner pennarello nero facile da applicare anche per chi è alle prime armi in fatto di make-up. Gli eyeliner in penna, oltre a garantire un tratto preciso e discretamente spesso, sono ideali per quei make up che prevedono l’applicazione dell’eyeliner solo nella parte più esterna dell’occhio, ovvero dalla metà della linea ciliare verso l’esterno. Questa particolare modalità d’applicazione dell’eyeliner allunga notevolmente l’occhio, e va un po’ a scapito della sua grandezza. È dunque ideale per chi ha oggi già di per sé grandi e soprattutto non molto distanziati tra loro (viceversa, li farebbe apparire ancor più lontani, creando un’evidente quanto sgradevole asimmetria in grado di rovinare irreparabilmente il risultato finale del trucco) e per chi desidera uno sguardo particolarmente da gatta, con gli occhi sensualmente sottolineati sia sulla palpebra inferiore che su quella superiore da uno spesso tratto di eyeliner applicato senza esitazioni, con un tratto netto e preciso come quello solitamente garantito dai migliori eyeliner in penna automatica in commercio.

Al contrario, se si preferisce un tratto più sottile per un make-up estremamente elegante e sofisticato, da gran cena mondana, è preferibile optare per l’eyeliner con pennellino di precisione incorporato che garantisce un tratto sottilissimo, che ovviamente può diventare più spesso ripassando il pennellino e colorando un ulteriore porzione di palpebra. L’eyeliner con pennellino è dunque il cosmetico consigliato sia quando il trucco, a prescindere dall’utilizzo dell’eyeliner, dev’essere il più naturale e discreto possibile, sia quando la precisione è tutto e si desidera ottenere tratti modulabili, che cioè verso l’interno dell’occhio di fanno più sottili per poi essere decisamente più spessi verso l’esterno. Inutile dire dunque che questo tipo di eyeliner, rispetto a quello in penna o a quello in gel da applicare con l’apposito pennello, è decisamente il tipo di cosmetico più versatile, che permette di ottenere prestazioni e risultati molto diversi tra loro a seconda dell’effetto desiderato. Quello con pennellino incorporato (solitamente si tratta di un pennellino minuscolo, pensato proprio per garantire la massima precisione possibile) è un eyeliner abbastanza difficile da applicare: oltre a conoscere alcune tecniche fondamentali di base, è importante infatti che la mano che lo applica sia assolutamente ferma e decisa, ben consapevole del tratto che sta andando a tracciare sulla palpebra, perché i ripensamenti non sono previsti. Solitamente i make-up artist consigliano di cominciare l’applicazione dal centro della rima cigliare della palpebra superiore, per poi andare verso l’esterno e quindi successivamente ripassere l’interno dell’occhio cercando di ottenere una linea ancora più sottile. Ovviamente si tratta di tecniche molto personali, per cui le modalità di applicazione con cui si trova bene un truccatore potrebbero anche non essere quelle ideali per un altro. Tra le accortezze più importanti quando si applica un eyeliner liquido avente per applicatore un pennellino sottile, c’è quella di evitare di sporcare le ciglia superiori e inferiori; asciugandosi, l’eyeliner lì finito potrebbe creare fastidiosi grumi destinati a rendere quasi impossibile un’applicazione corretta del mascara. Per eventuali errori o sbavature, è importante tenere sempre con sé dei cotton-fioc da imbevere in uno struccante occhi.