Per rendere più intenso lo sguardo, non c’è nulla di meglio che utilizzare una combinazione di matita e Kajal rigorosamente nerissimi. In entrambi i casi, si tratta di cosmetici che non possono mancare nel beauty-case di ogni donne, e che consentono di enfatizzare e sottolineare lo sguardo, rendendolo magnetico indipendentemente dal colore dell’iride. Ovviamente la combinazione di matita e kajal ha un effetto diverso a seconda che gli occhi truccati siano chiari (celesti, verdi oppure cerulei), oppure scuri.

Dipenda dalla forma

Nel primo caso ad affascinare e intrigare chi guarda sarà il contrasto tra il nero-ebano della tinta kajal e il colore chiaro dell’iride; nel secondo, l’effetto ottenuto sarà più orientaleggiante, ugualmente seducente e ideale da abbinare con un rossetto nude oppure quando si desidera osare, con una tinta labbra particolarmente accesa, sui toni del rosso o del fucsia.

In India e in molte altre parti del mondo – soprattutto in Egitto, Africa e Medio Oriente – il Kajal viene usato ormai da secoli. Fin dall’antichità, infatti, le donne ne hanno scoperto l’altissimo potere seduttivo, nonché la capacità di rendere più belli tutti gli occhi, anche quelli che non possiedono né una forma particolare, né un colore inusuale. È proprio questo uno dei più grandi pregi del kajal: che sta bene a qualsiasi donna, indipendentemente dal colore della pelle e degli occhi, della forma del viso e persino dall’età.

Come applicarlo

A correggere la forma dell’occhio, laddove è necessario, ci pensa la classica matita nera, il cui tratto può essere netto oppure sfumato a mo’ di ombretto, qualora si desideri ottenere un effetto ottico di ingrandimento dell’occhio. Mentre la matita va applicata solo all’esterno dell’occhio, in corrispondenza della rima ciliare superiore o inferiore esterna, il kajal è un cosmetico che viene formulato appositamente per essere applicato anche all’interno dell’occhio, ovvero nelle rime interne superiori e soprattutto inferiori. Eventualmente può essere sfumato verso l’esterno; quest’ultima tecnica è molto utilizzata per esempio in un trucco chiamato smokey-eyes, elegante e seducente, che richiede giusto un po’ di pratica ma assicura un effetto particolarmente sexy, raffinatissimo. In commercio ci sono moltissimi kajale ogni donna potrà trovare la sua tinta ideale. Ottenere uno sguardo magnetico, seducente, quasi cinematografico, è possibile grazie alla matita kajal dalla facile applicazione, che non sbavano e durano ore senza che il colore sbiadisca, restando un nero intenso, corposo, ultra-pigmentato. Nella ricerca del kajal ideale, quello che sia facile da applicare e che al tempo stesso dia risultati, è molto importante concentrarsi sulle sue caratteristiche: la texture deve essere ricca e cremosa, densa ma morbida; trattandosi di una zona sensibile e delicata come l’interno degli occhi, è importante che il kajal scriva senza bisogno di calcare la mano. Per applicare al meglio il kajal o la matita occhi non occorre essere dei make-up artist professionisti, né tanto meno aver frequentato scuole di trucco: con un po’ di pratica e tante prove davanti allo specchio, tutte le donne possono raggiungere una manualità tale da applicare il kajal senza problemi. Si consiglia di farlo stando in piedi, calcando poco la mano e allungando la riga tracciata verso l’esterno, così da allungare l’occhio. Ovviamente la linea deve essere il più dritta possibile, e se si desidera intensificare ulteriormente, si può ripassare il tratto una seconda volta, magari dopo aver leggermente sfumato la prima riga. Eventuali imprecisioni – inevitabili, soprattutto agli inizi – non devono scoraggiare: per eliminarle è sufficiente passare sulla zona interessata un cotton-fiock imbevuto di struccante per occhi e strofinare delicatamente. Sia il kajal che la matita vanno accuratamente rimossi a fine giornata, eliminando i residui con un apposito struccante.