Il raccolto in generale, soprattutto per chi ha i capelli lunghi, rappresenta la soluzione ideale in qualunque momento, perché permette di passare velocemente da una chioma piatta e senza forma, magari quando non si ha tempo di lavarla, a un’acconciatura dinamica e interessante, perfetta in ogni occasione. Tra i raccolti, lo chignon , in particolare, si presta a molteplici varianti, perché può essere elegante o più casual, pettinatissimo o più messy, realizzato con treccia e arricchito da accessori come fermagli e cerchietti. Ultimamente, a spopolare tra le dive e sui social è lo chignon alto sulla testa, dal top knot easy che si realizza all’improvviso raccogliendo i capelli con un semplice elastico, perfetto anche per la palestra e lo sport, a quello più costruito, perfetto per una serata importante o una cerimonia, comprese le nozze, anche proprie.

COME SI REALIZZANO GLI CHIGNON ALTI

La varietà è molteplice e, come dicevamo, si parte dagli styling più semplici fino ad arrivare ai più complessi.

– Bun. Si chiama così il raccolto solitamente posizionato sulla parte alta della testa. Può essere più o meno ordinato e si può posizionare anche dietro, per imitare il classico chingon ladylike anni ’50.

– Top knot o chignon alto. È la classica crocchia in cima alla testa, da realizzare legando i capelli in una coda di cavallo e poi attorcigliandoli su stessi, una più volte a seconda del grado di “spettinatura” richiesto.

– Chignon classico a ballerina. Solitamente si chiama così quando è posizionato sulla nuca, ma lo chignon, anche detto a cipolla, si può portare anche più in alto sulla testa. Occorre pettinare bene i capelli, lasciando un certo volume alle radici, unire i capelli in una singola grande ciocca e arrotolarla su se stessa, nello steso verso, fissandola infine con delle forcine. Per una maggiore tenuta, spruzzare della lacca. La variante può essere quella di attorcigliare una treccia intorno alla base.

– Chignon tiratissimo. Molto simile al precedente, solo più ordinato perché i capelli devono essere pettinati senza volume, magari fissandoli con della lacca. Dopodiché si procede legandoli in una coda che va attorcigliata su se stessa. Terminare con uno spray fissante e magari lucidante.

– Chignon con treccia. Una variante interessante, adatta alle due soluzioni precedenti, è quella di realizzare due mini treccine alla base della nuca, dal basso verso l’alto. Una volta realizzato lo chignon, si noteranno sulla parte posteriore, come elemento decorativo.

– Chignon a ciambella. Prevede una crocchia non a cipolla, ma larga e tondeggiante. Occorre munirsi di una speciale ciambella in spugna o un calzino. Dopo avere realizzato la coda, inserirla nella ciambella e arrotolarla intorno, fisandola con un elastico. Il risultato è immediato e semplice.

– Chignon con treccia. Semplice, invece di realizzare una coda di cavallo si realizza una treccia che va poi attorcigliata su se stessa.

– Chignon cotonato o messy. A metà tra un top knot e uno chignon classico, si differenzia dal primo perché più elegante e ordinato e dal secondo perché la coda va cotonata prima di essere attorcigliata.

– Double bun. Si tratta di due mini-chignon da posizionare sulla parte alta della testa. La variante può essere quella di realizzarli con delle trecce invece che con delle code di cavallo.

– Chignon a banana. È il classico raccolto che portavano le signore negli anni ’50, realizzato come fosse, appunto, una banana, ovvero allungato dal basso verso l’alto e aderente alla testa.

– Chignon da sposa. Possono essere morbidi per spose giovani e se il tono del matrimonio non è troppo sofisticato. Raccolti morbidi come chignon bassi sulla nuca o impreziositi da trecce.  Oppure raccolti tiratissimi e ordinatissimi, come chignon a banana, top knot o chignon sempre bassi sulla nuca ma iper-definiti.

– Gli accessori. Se volete dare un tocco romantico o sofisticato o elegante, potete utilizzare degli accessori più o meno preziosi: fermagli con strass o cristalli, da posizionare sulla testa, sopra lo chignon o alla sua base, dei cerchietti sulla testa, dei nastri da attorcigliare insieme ai capelli o da posizionare sulla base dello chignon. E se proprio siete delle romantiche, potete posizionare dei fiori, meglio ancora se freschi, perfetti per un’acconciatura da nozze.

I PRODOTTI DI STYLING

Lacche, mousse e prodotti fissanti in generale assicurano una maggiore tenuta della piega. La lacca Elnett, ad esempio, un classico utilizzato da sempre, si rinnova continuamente offrendo soluzioni differenti per qualunque risultato: a fissaggio forte e iper-forte, con olio di argan, con oli preziosi come la camelina.

Scopri qui tutti i prodotti per trattare i capelli >