Gli hair stylist lo sanno fin troppo bene: il taglio corto rappresenta sempre un rischio che non a caso non tutte le donne sono disposte a correre. Sì, perché se i capelli lunghi e i carré dalla media lunghezza solitamente stanno bene un po’ a tutte, armonizzando gli spigoli e le asimmetrie della pelle, al contrario i capelli corti tendono a mettere in evidenza il volto, i suoi lineamenti, enfatizzando eventuali difetti e imperfezioni, col risultato che sono ancora più evidenti. Se a volte questo gioca a favore del sex appeal e del look, anche perché non sempre la bellezza è data da una simmetria perfetta, ma anzi i piccoli difetti sono quelli che riescono a dare più carattere a un volto, rendendolo unico e indimenticabile per chi lo guarda, altre volte un taglio corto, soprattutto se non tiene conto della forma del viso, può rivelarsi un vero e proprio disastro.

Tendenzialmente i visi che vantano un ovale perfetto sono quelli che più di altri possono permettersi un taglio corto o meglio corto senza correre particolari rischi; anzi: se effettuato da mani sapienti e competenti, un corto molto sfilacciato e scalato o un bob a scelta tra quelli di gran moda in questa stagione primavera-estate 2015 è l’ideale per incorniciare alla perfezione l’ovale del viso, facendolo risaltare. Anche il caschetto corto, magari con un leggero undercut su un lato, può star bene a chi ha il viso ovale e in estate vuole esibire un look più sbarazzino, meno formale che d’inverno. Ovviamente si tratta di tagli che per valorizzare davvero il viso e star bene a tutte devono essere effettuati su capelli liscissimi. Chi li ha mossi, però, non deve preoccuparsi: l’importante è lisciarli con l’aiuto di prodotti specifici e piastre in ceramica di ultime generazione, che non danneggiano la struttura del capello, e ovviamente fissare il risultato con una lacca per capelli ma al tempo stesso impalpabile al tatto, che fissa a lungo le ciocche senza appiccicarle e senza dare quell’odioso effetto lucido e a tratti quasi unto che caratterizza i prodotti più scadenti. Al contrario, la lacca ideale è leggerissima, e svolge il suo compito, mantenere l’acconciatura a posto per tutta la giornata, mantenendosi invisibile. Lo styling dei capelli corti o medio corti non può prescindere da questo prodotto, e la maggior parte lo usa con successo da anni, senza bisogno di effettuare ritocchi e ulteriori spruzzare nel corso della giornata. Se sostanzialmente il viso ovale sta bene con un po’ tutti i tagli corti e medio corti, le cose sono un po’ diverse per quanto riguarda invece il viso rotondo. Se infatti per alcune donne la rotondità, soprattutto quando non è eccessiva, diventa un valore aggiunto, un tratto caratteristico da mettere in risalto ed enfatizzare anche attraverso un apposito make-up, è anche vero che tendenzialmente si tende a smussare questa forma del viso cercando di allungarlo leggermente, cosa che con i tagli corti non sempre è possibile fare. È per questo motivo che i visi tondi solitamente stanno molto bene con i tagli lunghi che scivolano sulle rotondità di guance e menti, verticalizzando la figura. Il taglio corto ideale per i visi tondi è quello molto scalato, ma a una condizione: che la scalatura cominci da metà guancia, sotto gli zigomi; viceversa, si rischia di ottenere l’effetto contrario, rendendo il viso tonto… ancora più tondo! Un’acconciatura del genere costituisce un ottimo compromesso per i visi tondi, che grazie al ciuffo spezzano le linee del viso, ravvivandolo e rendendo l’acconciatura meno monotona, più personalizzabile. Quando si procede allo styling, infatti, utilizzando una lacca forte e leggera, da spruzzare in quantità da varie angolazioni del viso, si può variare moltissimo: il ciuffo, infatti, può essere portato sia liscio che mosso; nelle serate più importanti può essere cotonato e tirato indietro, mentre il resto dei giorni può essere lasciato libero di ricadere sul volto all’altezza degli zigomi, che risultano così più scavati ed enfatizzati rispetto a quanto lo sono di solito in un volto rotondo.