Probabilmente chi ci convive non ci fa troppo caso, ma di forfora non ce n’è una sola! Può essere infatti grassa o secca, anche se l’origine è la medesima: un’esfoliazione più accentuata del cuoio capelluto che porta a un’accelerazione del rinnovamento cellulare (che solitamente avviene ogni due settimane) con la conseguenza che le cellule morte si accumulano e si staccano in forma più visibile rispetto a una normale condizione. Se questo processo è accompagnato da produzione eccessiva di sebo allora si è in presenza di forfora grassa, con scaglie più giallastre e più grandi, che aderiscono a capelli e testa. Se, al contrario, il cuoio capelluto è disidratato, si parla di forfora secca, che consiste in scaglie piccole e bianche, volatili e dunque facilmente rintracciabili su spalle e abiti.

FORFORA SECCA: COME COMBATTERLA

In presenza di forfora secca, chiamata anche in termine tecnico “pitiriasi sicca”, il problema si acutizza in inverno, quando l’idratazione è più carente e in periodi di maggiore stress. Colpisce più gli uomini delle donne (ma questo riguarda la forfora in generale) e non dà particolari sintomi, a parte una leggera sensazione di prurito. La buona notizia è che è più facile intervenire su questo tipo di forfora rispetto alla grassa, dunque la soluzione ideale è quella di agire sul cuoio capelluto, cercando di mantenerlo il più possibile in buona salute, seguendo alcune piccole regole:
– evitare lavaggi troppo frequenti che possono disidratarlo, alterandone il ph
– non utilizzare fonti di calore troppo elevate, anche questo può condurre a una maggiore secchezza
– cercare di spazzolare testa e capelli con strumenti delicati
– utilizzare uno shampoo lenitivo e riequilibrante, come lo Shampoo Lenitivo Phytoclear Elvive con formula delicata che apporta sollievo e comfort al cuoio capelluto, a base di tre oli essenziali all’Octolamine, attivo antiforfora clinicamente testato: tea tree, noto per le sue proprietà purificanti, olio essenziale di lavanda lenitivo e di bergamotto, intensamente rivitalizzante.