Capelli

Capelli ricci 2018: tutte le novità

Capelli ricci 2018: tutte le novità

TENDENZE CAPELLI RICCI

Se i capelli ricci erano il must have negli anni ’80, quando a imperare erano chiome voluminose e naturali, ai limiti del crespo e quasi sempre cotonate ad arte, il riccio era poi stato abbandonato per parecchi anni, fino a tornare qualche stagione fa, così prepotentemente da poter parlare di “rivincita”. Le ultime tendenze per capelli, infatti, vedono anche chiome curly, lunghe, medie e anche corte. Ad esempio, nello styling i ricci sono perfetti e presentano volumi importanti stile anni ’70 e ’80, lunghi sulla nuca e frange di varia misura. Anche i bob e i pixie sono mossi da ricci morbidi e definiti.

TAGLI CAPELLI LUNGHI E RICCI

Per i capelli lunghi, le nuove tendenze mettono in risalto, attraverso nuove tecniche di taglio, l’anima più “cool” del riccio, valorizzando l’effetto a onde e il mosso naturale. E se questa stagione vede primeggiare scalature sulle lunghezze, a maggior ragione questo vale per le chiome mosse e ricce. Se, infatti, optate per il lungo, per dare volume naturale occorre giocare su più livelli, a seconda del risultato che si vuole ottenere. Se poi aggiungerete del colore sfumato, con tonalizzazioni ottenute con la tecnica del balayage o bronde, allora il risultato sarà ancora più impattante. Ovviamente con i capelli lunghi anche le onde sono perfette, dalle più ordinate effetto vintage alle più naturali, flat o beachy.

 

TAGLI CAPELLI MEDI E RICCI

Con i tagli medi la faccenda è forse meno semplice, perché si rischia l’effetto squadratura se il taglio non è ben eseguito. Però è pur vero che caschetti e bob sono valorizzati da onde e da movimenti curly, che riescono a dare quel tocco in più. Potete optare per pixie cut più corti sulla nuca e lasciare la parte anteriore lunga e riccia. Oppure, al contrario, scegliere di valorizzare le lunghezze e lasciare la parte anteriore lunga con riga laterale o con una frangia, che non sia troppo corta altrimenti diventa ingestibile. Se questa è ben calibrata, inoltre, anche un caschetto geometrico potrebbe risultare valorizzante. Tra i medi, comunque, risulta perfetto l’ob_shag, lungo fino alle orecchie e mosso, in grado di valorizzare gli zigomi poiché i ciuffi laterali derivanti dalla scalatura affinano i volti più spigolosi.

TAGLI CAPELLI CORTI E RICCI

Riccio e corto, due termini che sembrano essere in netta antitesi, ma che in realtà possono riservare piacevoli sorprese. In questo caso la domanda è soprattutto una: che forma dare al taglio quando i capelli sono corti? Perché l’effetto casco è subito in agguato. L’ideale sarebbe tagliarli senza troppi spigoli, ma in modo da dare al risultato finale una forma voluminosa e tondeggiante. Per bilanciare e dare equilibrio al tutto un accessorio risulta fondamentale: la frangia, preferibilmente lunga e scalata. Oppure il ciuffo, anch’esso lungo e magari portato con il resto della chioma cortissimo e quasi rasato.

LO STYLING

Ma perché il riccio risulti perfetto, occorre anche intervenire con un buon styling, in grado di definire i singoli riccioli, di dare loro morbidezza e volume e lucentezza per poter far risaltare al meglio il colore e soprattutto per togliere ogni parvenza di crespo. In formato spray, ad esempio, per assicurare un’applicazione uniforme e dalla texture leggera, come un latte, per domare il crespo e dare definizione a lunga tenuta, elasticità e morbidezza ai ricci con un effetto leggero e non appiccicoso.

Scopri qui tutti i prodotti per trattare i capelli >