Colorazione

Biondo dorato: come esaltare la tua bellezza naturale

Biondo dorato: come esaltare la tua bellezza naturale

Chi di voi non vorrebbe esaltare la propria bellezza e femminilità con un colore vibrante, ricco di sfumature, nutriente? Probabilmente nessuna, per tutte è arrivato il momento di fare il salto di qualità con il biondo dorato.

Il biondo è da sempre il colore preferito dalle dive che lo hanno interpretato ognuna a modo suo, come l’intramontabile Nicole Kidman che dal suo giovanissimo biondo rame è passata nel tempo al biondo dorato che ne esalta eleganza e femminilità o il biondo dorato di Gisele Bundchen.  Oggi il biondo non è solo per le dive, ma può essere scelto praticamente da tutte proprio grazie alle sue tante declinazioni, ma scegliere il biondo adatto alla propria carnagione, al proprio stile, al taglio e soprattutto alla propria personalità non è un gioco, dal biondo platino, passando per il biondo cenere, al biondo scuro tante sono le possibilità e i riflessi ottenibili e stavolta vi saranno mostrati i benefici del biondo dorato. Il biondo dorato ha la caratteristica di essere un colore caldo e quindi riesce a dare vita anche ad un volto stanco o ad una carnagione chiara che sempre rischia di apparire spenta e di far risaltare il pallore. Per i capelli le tonalità di colore calde sono l’ideale anche ora che arriva la stagione fredda perché permettono di esaltare i tratti del viso e allo stesso tempo di coprire tutti i capelli bianchi evitando anche un eccessiva discromia nel caso in cui ci siano dei capelli bianchi e quindi una ricrescita da mascherare. Il biondo dorato è un colore non eccessivamente chiaro, insomma molto lontano rispetto al biondo cenere o al biondo platino, caratterizzato da riflessi nocciola, proprio tale caratteristica gli conferisce un aria piuttosto naturale, facile da portare per chi ha una carnagione medio scura perché è in sintonia anche ad una radice non proprio chiara, infatti la modella Jill Stuart che lo esalta al massimo con radici più scure. Ovviamente il colore deve essere esaltato anche con un taglio giusto al proprio tipo di capello e al proprio viso, di sicuro il biondo dorato è perfetto con capelli mossi, lunghi o di medi.

Sicuramente il dubbio che vi viene prima di passare al biondo dorato è che possa sembrare finto o che i capelli restino troppo stopposi, in realtà scegliendo prodotti di qualità i rischi si azzerano e quindi potete tranquillamente sognare i vostri capelli biondi senza paura che il sogno si trasformi in incubo. Per avere una tinta che abbia un aspetto sensuale e naturale è necessario scegliere un prodotto che non copra il colore naturale come se fosse un casco, ma che lasci dei riflessi cangianti in modo da avere un effetto piacevole alla vista e allo stesso tempo uniforme sulla lunghezza. Ovviamente il colore di partenza può fare la differenza perché raggiungere un biondo dorato da una base scura può essere difficile ed è necessario partire da una decolorazione, mentre se la base è media o chiara diventa molto più facile senza dover affrontare trattamenti preventivi, ricordate che una tinta senza decolorazione schiarisce fino a due toni. Se i colori fatti da professionisti possono risultare aggressivi, il fai da te può sorprendere in quanto sono disponibili colorazioni biondo dorato delicate e senza ammoniaca. L’ammoniaca è da sempre utilizzata per fissare il colore al capello, ma ha qualche svantaggio in quanto tende a seccare i capelli, ha un odore non particolarmente piacevole e inoltre è sconsigliato in caso di gravidanza. Provate una colorazione basata su principi attivi degli oli che fissano il colore al cuore del capello, evitano tale inconveniente, sono più delicate e non hanno cattivi odori, inoltre lasciano i capelli morbidi e non stopposi. Infine possono essere usate anche in gravidanza, vantaggio non da poco nei tempi moderni in cui la gravidanza è spesso rimandata nel tempo, quando i capelli bianchi ormai hanno fatto capolino sulla testa e rinunciare al colore può essere imbarazzante. Date le premesse è proprio arrivato il momento di cambiare colore e passare al biondo dorato con una colorazione cangiante, piena di riflessi e permanente.

Applicare il biondo dorato ai propri capelli è semplice perché dopo aver messo i guanti basta mescolare il tubetto del colore con il rivelatore e passare all’applicazione. Nel caso in cui sia la prima volta il colore deve essere applicato sia alle radici, sia alle lunghezze, mentre per le applicazioni successive si può distribuire sulle radici ed emulsionare sulle lunghezze che risulteranno così lucide. Dopo aver atteso il tempo di posa è necessario sciacquare e usare il balsamo, il risultato saranno capelli morbidi e i vostri capelli bianchi saranno solo un brutto ricordo. La presenza dei micro oli fissa il colore nel cuore dei capelli e rende il risultato naturale e ricco di riflessi, inoltre leviga la superficie dei capelli che riusciranno così a riflettere la luce per un risultato invidiabile. L’assenza di ammoniaca assicura comfort anche al cuoio capelluto e la delicata essenza floreale rende il momento della colorazione colore un vero e proprio piacere.

Ora che avete usato il vostro biondo dorato provate ad esaltarlo ancora di più con il giusto make up, ad esempio con ombretto sui toni dell’arancio o l’ambra, colori pastello sulle labbra per esaltare ancora di più e dare un aspetto caldo e allo stesso tempo semplice.